Villa Albani Torlonia ©FondazioneTorlonia

Villa Albani Torlonia

Vi sono celebrità che non hanno bisogno di lode. Tale è quella della villa Albani.  Così inizia l’invito al lettore della guida di Morcelli, Fea e Visconti (La Villa Albani descritta, Roma 1869), stampata in occasione dell’acquisto (1866) voluto dal Principe Alessandro Torlonia della nobile dimora un tempo appartenuta al cardinale Alessandro Albani. Dopo decenni di abbandono il principe Alessandro avviava ingenti interventi di restauro, come ricorda l’iscrizione a lettere di bronzo sulla facciata: «Alexander Albani vir eminentissimus instruxit et ornavit / Alexander Torlonia vir princeps in melius restituit» (L'eminentissimo signor Alessandro Albani costruì e adornò / il signor Principe Alessandro Torlonia restaurò al meglio), restituendo lustro e prestigio a questo prezioso gioiello di architettura neoclassica, tanto che qui nel 1870 venne firmata la resa di Roma da parte dello Stato Pontificio.
Nipote di Papa Clemente XI, attento mecenate e abile diplomatico, il cardinale Alessandro Albani (1692-1779) fu uno dei maggiori collezionisti di scultore antiche della Roma del Settecento, promotore di quel gusto neoclassico che getta anche le basi dei moderni studi archeologici.

leggi tutto
Villa Albani Torlonia ©FondazioneTorlonia

Villa Albani Torlonia ©FondazioneTorlonia

Villa Albani Torlonia ©FondazioneTorlonia

Villa Albani Torlonia ©FondazioneTorlonia

Villa Albani Torlonia ©FondazioneTorlonia

Villa Albani Torlonia ©FondazioneTorlonia

Villa Albani Torlonia ©FondazioneTorlonia

Villa Albani Torlonia ©FondazioneTorlonia

Villa Albani Torlonia ©FondazioneTorlonia

Villa Albani Torlonia ©FondazioneTorlonia

Villa Albani Torlonia ©FondazioneTorlonia

Villa Albani Torlonia ©FondazioneTorlonia